Stagione teatrale

Indietro

Carmen, il canto della libertà

Dal 26 novembre 2016 al 26 novembre 2016 ore 21:00

Giallo Mare Minimal Teatro/ Casa Circondariale Femminile di Empoli/ ISIS Il Pontormo in

Carmen, il canto della libertà

Regia di Maria Teresa Delogu e Rossella Parrucci

con la partecipazione di Simonetta Antoni e Simone Faraoni

Carmen, il canto della libertà

Il progetto Teatro Carcere ha raggiunto, prima della chiusura, il 18° anno di attività, ed è stato realizzato dalla compagnia empolese Giallo Mare Minimal Teatro. In questa linea si colloca il rapporto ormai quadriennale aperto con il Liceo Il Pontormo di Empoli: studentesse del Liceo delle Scienze Umane e detenute hanno lavorato e provato insieme all’interno del carcere per dare vita allo spettacolo. Quest’anno, alle detenute ed alle studentesse si sono uniti, alcuni allievi ed ex allievi dei laboratori per giovani e adulti proposti da Giallo Mare Minimal Teatro sul territorio; ed infine una ulteriore forma d’arte e di cultura musicale alta è divenuta parte della rappresentazione: la soprano Simonetta Antoni ed il maestro Simone Faraoni che svolgono alcuni interventi di musica dal vivo nel corso dello spettacolo. Ma chi è Carmen? Carmen è una donna che lotta per la libertà come una partigiana, la libertà è la sua causa personale e politica, muore per la libertà e quindi per se stessa, per affermare il più grande valore di cui il mondo si è privato e per cui sembra non valga più la pena morire e lo difende proprio dentro la relazione d'amore, dove è più difficile farlo.


Prenotazioni e informazioni

La biglietteria sarà aperta nei seguenti orari:

Dal 23 settembre 2017: martedì e giovedì dalle 17,00 alle 19,00 e sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00

dal 15 gennaio 2018: martedì e giovedì dalle 17,00 alle 19,00 e sabato dalle 9,30 alle 12,30

Da aprile 2018: sabato dalle 9,30 alle 12,30